... da seguire prima di ogni allenamento o corsa

 

Prima di ogni prova di allenamento e prima di ogni corsa in generale, il nostro levriero, deve rimanere in ambiente fresco e tranquillo sino alla fase di riscaldamento pre-corsa che deve durare non meno e non più di 15 minuti.

Deve camminare al guinzaglio senza trottare possibilmente senza altri cani attorno.

Deve essere a digiuno da almeno tre ore e non necessita di alimentazione nell’ intervallo tra le prove.

Non deve bere neppure nei minuti che precedono la corsa, poiché l’ acqua potrebbe provocare conati di vomito e di conseguenza causare l’ interruzione della corsa, interpretata erroneamente come disinteresse.

Deve camminare cinque minuti al termine della prova e non bere prima che siano passati almeno 30 minuti.

In una giornata il levriero non deve assolutamente correre più di due, massimo tre corse; se allenato la lunghezza di ogni corsa può essere compresa tra i 250 e i 850/1000 metri.

Il levriero senza allenamento ed abituato alle due e tre passeggiatine quotidiane, non deve inizialmente allungare oltre i 200 metri e non deve effettuare ulteriori prove nella stessa giornata.

Il levriero che dimostra interesse non dovrebbe mai attendere a bordo pista il suo turno d’ ingresso in campo e tanto meno essere senza guinzaglio, in quanto la tensione psichica e la conseguente fatica anche muscolare accumulata, rischierebbero di non lasciargli energie sufficienti a concludere la prova.

Al termine della prova, dopo la passeggiata di defaticamento che serve per l’ eliminazione delle scorie metaboliche muscolari ed il recupero del regolare ritmo cardio-circolatorio, il levriero deve rimanere tranquillo a riposare.

 



© 2010 - Lara Rigato